.

.

Sunday, July 16, 2017

La Statoil Norvegia apre il piu' grande campo eolico galleggiante del mondo in Scozia







Fino a pochi anni fa era considerata una tecnologia sperimentale per generare energia rinnovabile. Adesso diventa realta' dalla Norvegia alle coste di Scozia.

E' il progetto Hywind, fatto di cinque turbine eoliche in mare al prezzo di 230 milioni di euro e che sara' elettricita' a 20mila case.

Ed e' innovativo perche' e' un impianto galleggiante, collegato con cavi al sottouolo marino. Altri campi eolici a mare riescono a generare ancora piu' elettricita', ma questa e' la prima volta che lo si da con impianti galleggianti e non montati, fissi, al sottosuolo. Ma il progetto e' innovativo anche perche' alla guida di tutto c'e' la piu' grande ditta nazionale di petrolio di Norvegia.

E' la Statoil che cerca di diversificare il suo portfolio. Irene Rummelhoff, che guida il settore "low-carbon" della ditta norvegese dice che questo progetto apre le porte ad una quantita' illimitata di energia dal mare.

Di solito, i campi eolici a mare con postazione fissa si possono mettere al massimo in acque che arrivano a 40 metri di profondita'. E questo vuol dire che se la ventosita' maggiore e' piu' a largo,  oltre i 40 metri, quelle localita' non sono accessibili. Adesso invece con questi impianti galleggianti si puo' arrivare fino a 700 metri, aprendo altre porzioni di mare al vento. Secondo Irene Rummelhoff si potra' presto arrivare a profondita' ancora superiori, nella speranza che la visibilita' sia sempre minore.

Tutto questo fa si che altri paesi dalla conformazione geografica non adatta ai 40 metri delle turbine ancorate al sottouolo possono sviluppare meglio il loro potenziale eolico con queste strutture galleggianti - Francia, Germania, UK. I costi per ora sono elevati, date le complessita' tecniche di stare in mare aperto, ma si spera che con il tempo, e la standardizzazione, e l'esperienza, si possano ridurre.

Anche per la Statoil le ambizioni sono piu' grandi di Hywind, vogliono aprire anche alle Hawaii e in California, Giappone e Corea. 





No comments: